SEGRETERIA

SEGRETERIA

Comunichiamo che il Consiglio ha deciso di prorogare il contratto di smart working per le impiegate dell’Ordine, ma da lunedì 1 giugno la segreteria sarà disponibile, oltre che, come di consueto tramite mail, anche TELEFONICAMENTE

il Lunedì e il Giovedì dalle ore 10:00 alle ore 12:30 contattando il n. 0577 41053

E’ consentito l’accesso alla sede SOLO PREVIO APPUNTAMENTO e per MOTIVI URGENTI, muniti di mascherina e guanti.

Ringraziamo per la collaborazione

Problemi con accesso alla casella PEC di Aruba? ecco cosa fare

Problemi con accesso alla casella PEC di Aruba? ecco cosa fare

Aruba comunicava che entro il 30 marzo 2020 era necessario un aggiornamento delle password relative alle caselle di posta certificata. Chi non lo ha fatto, si ritrova a non poter accedere alla propria casella PEC.

Per procedere in autonomia alla modifica della password Vi invitiamo ad effettuare i seguenti step:

  • AL LINK https://webmail.pec.it/ cliccare su RECUPERO PASSWORD
  • NOME CASELLA PEC : inserire il proprio indirizzo PEC (generalmente nome.cognome@pec.architettisiena.it)
  • CODICE FISCALE O PARTITA IVA TITOLARE : inserire il CF dell’Oappc Siena 92001420527
  • CLICCARE SU PROSEGUI
  • IL SISTEMA FA VEDERE PARTE DELL’INDIRIZZO MAIL A CUI VIENE INVIATO IL LINK PER IL RIPRISTINO (ad ogni indirizzo è associata la mail dell’Iscritto) Il link ha validità di 3 ore, trascorse 3 ore è necessario rifare il procedimento.

    Nel caso vi rendiate conto che l’indirizzo a cui è stato inviato il link sia vecchio e da Voi non più utilizzato oppure dopo aver verificato che sia nella spam che nella posta in arrivo non sia presente una mail contenente il link, allora siete pregati di contattare la Segreteria tramite mail architettisi@gmail.com per risolvere il problema.

Emergenza Covid-19: disposizioni dal 4 maggio 2020

Il 26 aprile 2020 Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato le misure per il contenimento dell’emergenza Covid-19 nella “fase due“, che avranno valenza dal 4 maggio 2020 per le successive due settimane (fino al 17 maggio 2020 compreso).Si mantengono le limitazioni per gli spostamenti all’interno della regione, giustificati con autocertificazione per motivi di lavoro o salute e per estreme necessità e si aggiunge la possibilità di fare visita a congiunti. È reso obbligatorio l’uso di mascherine in luoghi pubblici chiusi e sui mezzi di trasporto, mantenendo in ogni caso le distanze di sicurezza. Per le attività professionali si raccomanda sempre il ricorso allo smart working ove possibile e l’assunzione di protocolli di sicurezza anti-contagio.Per quanto riguarda le aperture delle attività produttive, secondo la comunicazione interministeriale del 24 aprile da lunedì 27 aprile 2020 possono riprendere i cantieri per carceri, scuole, presidi sanitari, case popolari e per la difesa dal dissesto idrogeologico, nonché le attività produttive e industriali legate all’export – a condizione che vengano rispettati i protocolli sulla sicurezza.
Dal 4 maggio 2020 invece ripartono tutti i cantieri edili privati, la manifattura, il commercio all’ingrosso.L’allegato n. 3 al decreto, in particolare, include le seguenti attività del settore edile:08 Estrazione di altri minerali da cave e miniere
41 Costruzione di edifici
42 Ingegneria civile
43 Lavori di costruzione specializzati
71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche.
DPCM 26 aprile 2020
Il DPCM 26 aprile 2020 prevede la Fase 2 per il contenimento dell’emergenza Covid-19 e delinea le attività economiche che potranno riaprire dal prossimo 4 maggio ovvero:le aziende del settore manifatturiero, edile e le attività all’ingrosso ad essi collegati;
attività di asporto per bar e ristoranti (che si aggiunge alla possibilità, già consentita, di svolgere attività a domicilio);
le aziende del settore tessile e della moda;
le aziende del settore di fabbricazione auto;
i mobilifici;
le aziende che producono e commercializzano vetro.
>>> Testo del DPCM 26 aprile completo degli allegati delle nuove attività consentite e dei protocolli di sicurezza approvati il 24 aprile per la sicurezza dei luoghi di lavoro, trasporti e logistica, cantieri, trasporti pubblici.>>Allegato 3 al DPCM 26 aprile 2020 che prevede il nuovo elenco dei codici Ateco che potranno operare dal prossimo 4 maggio
REGIONE TOSCANA

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 50 del 03 Maggio 2020

NUOVA AUTOCERTIFICAZIONE:
Modello autocertificazione

FAQ FASE 2 MINISTERO
SEGRETERIA

SCADENZA TERMINE PAGAMENTO QUOTA POSTICIPATO AL 31 LUGLIO 2020 – PRECISAZIONI

Il Consiglio dell’Ordine, vista la situazione generale, per venire incontro agli iscritti, dopo aver effettuato un calcolo sulle spese ordinarie a bilancio  da sostenere per l’andamento dell’Ordine, ha deliberato di posticipare il termine di pagamento della quota associativa fissato per il 30 aprile 2020 al 31 luglio 2020 

Ricordiamo che il versamento del contributo annuale è stato richiesto dall’Ordine tramite avviso di pagamento PagoPA  trasmesso e recapitato agli iscritti tramite posta elettronica certificata e tramite mail ordinaria. Il sistema PagoPA è stato realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) in attuazione dell’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e del D.L. 179/2012, come convertito in legge. PagoPA è un sistema di pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione finalizzato a rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione. Tra gli elementi innovativi che caratterizzano i processi del sistema PagoPA, oltre alla garanzia di univocità di pagamento grazie al Codice Avviso di pagamento, contenente l’identificativo Univoco di Versamento (IUV), è la ricevuta telematica (RT) che costituisce prova dell’avvenuto pagamento.

Modalità di pagamento quota albo anno 2020:

– cliccando sul link che si trova sull’avviso di pagamento; accedendo all’apposita sezione e scegliendo tra gli strumenti disponibili: carta di credito o debito o prepagata;

– presso le banche, ed operatori aderenti all’iniziativa tramite i canali da questi messi a disposizione (come ad esempio:
home banking/CBILL, ATM, APP su smartphone o tablet, sportello, ecc).

– presso le ricevitorie SISAL, presso le quali per poter effettuare il pagamento, occorre utilizzare il Codice Avviso di Pagamento oppure il QR Code presente sulla stampa dell’avviso.

Per quest’ultima modalità si prega vivamente di recarsi muniti dell’avviso di pagamento stampato in “dimensioni effettive”.

Si segnala che l’avviso emesso non è pagabile presso il circuito postale.

Si informano gli Iscritti che per effettuare il pagamento della quota associativa entro la scadenza propogata al 31 LUGLIO 2020 NON VERRANNO EMESSI AVVISI SOSTITUTIVI e pertanto rimangono validi gli avvisi PagoPA già emessi e recapitati con scadenza al 30/04

Per conseguenza della proroga di cui sopra, non è prevista nessuna maggiorazione per il pagamento della quota entro la data del 31 LUGLIO 2020

Decorso il termine del 31/07/2020 i nominativi degli iscritti che risulteranno non in regola con il versamento della quota associativa verranno segnalati al Consiglio di Disciplina per l’attivazione delle procedure del caso, ai sensi dell’art. 4 comma 6 del Codice Deontologico vigente.

Il Consiglio ringrazia i Colleghi che hanno già provveduto al versamento della quota,

cordiali saluti e auguri a tutti

Il Presidente ed i Consiglieri

QUOTA MANTENIMENTO ALBO 2020 POSTICIPATA 31 LUGLIO

Il Consiglio dell’Ordine, vista la situazione generale, per venire incontro agli iscritti, dopo aver effettuato un calcolo sulle spese ordinarie a bilancio  da sostenere per l’andamento dell’Ordine, ha deliberato di posticipare il termine di pagamento della quota associativa fissato per il 30 aprile 2020 al 31 luglio 2020 

Ricordiamo che il versamento del contributo annuale è stato richiesto dall’Ordine tramite avviso di pagamento PagoPA  trasmesso e recapitato agli iscritti tramite posta elettronica certificata e tramite mail ordinaria. Il sistema PagoPA è stato realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) in attuazione dell’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e del D.L. 179/2012, come convertito in legge. PagoPA è un sistema di pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione finalizzato a rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione. Tra gli elementi innovativi che caratterizzano i processi del sistema PagoPA, oltre alla garanzia di univocità di pagamento grazie al Codice Avviso di pagamento, contenente l’identificativo Univoco di Versamento (IUV), è la ricevuta telematica (RT) che costituisce prova dell’avvenuto pagamento.

Modalità di pagamento quota albo anno 2020:

– cliccando sul link che si trova sull’avviso di pagamento; accedendo all’apposita sezione e scegliendo tra gli strumenti disponibili: carta di credito o debito o prepagata;

– presso le banche, ed operatori aderenti all’iniziativa tramite i canali da questi messi a disposizione (come ad esempio:
home banking/CBILL, ATM, APP su smartphone o tablet, sportello, ecc).

– presso le ricevitorie SISAL, presso le quali per poter effettuare il pagamento, occorre utilizzare il Codice Avviso di Pagamento oppure il QR Code presente sulla stampa dell’avviso.

Per quest’ultima modalità si prega vivamente di recarsi muniti dell’avviso di pagamento stampato in “dimensioni effettive”.

Si segnala che l’avviso emesso non è pagabile presso il circuito postale.

Si informano gli Iscritti che per effettuare il pagamento della quota associativa entro la scadenza propogata al 31 LUGLIO 2020 NON VERRANNO EMESSI AVVISI SOSTITUTIVI e pertanto rimangono validi gli avvisi PagoPA già emessi e recapitati con scadenza al 30/04

Per conseguenza della proroga di cui sopra, non è prevista nessuna maggiorazione per il pagamento della quota entro la data del 31 LUGLIO 2020

Decorso il termine del 31/07/2020 i nominativi degli iscritti che risulteranno non in regola con il versamento della quota associativa verranno segnalati al Consiglio di Disciplina per l’attivazione delle procedure del caso, ai sensi dell’art. 4 comma 6 del Codice Deontologico vigente.

Il Consiglio ringrazia i Colleghi che hanno già provveduto al versamento della quota,

cordiali saluti e auguri a tutti

Il Presidente ed i Consiglieri